Porto Sant’Elpidio Rugby vs Fainplast Rugby Ascoli : 10 a 41

Porto Sant'Elpidio Rugby vs Fainplast Rugby Ascoli : 10 a 41

Porto Sant'Elpidio Rugby vs Fainplast Rugby Ascoli : 10 a 41

Porto Sant'Elpidio Rugby vs Fainplast Rugby Ascoli : 10 a 41
Porto Sant’Elpidio Rugby vs Fainplast Rugby Ascoli : 10 a 41
 Non poteva concludersi meglio il girone di andata della Seniores, con una vittoria netta in trasferta, in casa del Porto Sant’Elpidio, praticamente un derby. Nonostante le avverse condizioni metereologiche, la partita si è disputata regolarmente, su un terreno di gioco particolarissimo, in terra battuta.

I ragazzi della Fainplast mettevano mano ai loro tacchetti per performarli al terreno di gioco, cercando la migliore aderenza. Subito, fin dall’inizio della partita, è la Fainplast a premere sull’accelleratore, riversandosi, sull’area dei 22 avversaria. Il volume di gioco espresso dall’Ascoli, raccoglieva subito i suoi frutti, con una meta della seconda linea A. Del Prete, non trasformata, poi, è la volta della terza linea D. Alesi, meta trasformata dall’apertura F. Staffolani. Sul 12 a 0 è l’arbitro a diventare protagonista, assegnando una meta tecnica (trasformata) al Porto, a circa 10 metri dalla linea di meta dell’Ascoli, per “presunto” fallo di antigioco. Nel rugby, l’interpetrazione del regolamento è roba esclusiva dell’arbitro. OK! Si continua a giocare e, l’Ascoli si scatena con un’altra meta di A. Del Prete, trasformata, con una meta dell’ala D.Palatroni e dalla terza linea A. Lauretani, non trasformate. Purtroppo lasciano l’incontro per infortuni il capitano G. Velenosi e la seconda linea A. Cecchini. L’allenatore M. Ferranti rivoluziana alcuni ruoli, sposta l’ala A. Narducci a terza linea, inserendo S. Poli ad ala e G. Del Moro al posto di un’esausto C. De Cata. Cambiano gli uomini, l’assetto tattico ma, la musica non cambia, il Porto va a segno solo con un calcio di punizione, mentre l’Ascoli torna a cavalcare l’area avversaria con una meta di S. Poli, trasformata dall’estremo A. Vaglieco. Finisce la partita sul punteggio di 41 a 10, le due squadre esauste, si avviano sotto la doccia con abbracci e reciproci complimenti. L’Ascoli, conclude il girone di andata primo in classifica, aspettando, il risultato del Rugby Macerata di domenica prossima. Bravi i nostri ragazzi e tutto il Team che lavora, per farli esprimere al meglio.